Niente pignoramento per i parlamentari

Massimo Donadi, capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera dei deputati, nel suo blog ha raccontato una tutela assicurata ai parlamentari che definisce addirittura “feudale”.

Diversamente da quanto accade per tutti gli altri lavoratori, se un parlamentare fosse costretto, per via di una qualche condanna, a risarcire un danno e non provvedesse a farlo, non vedrebbe pignorato il suo stipendio. Solamente una piccola parte delle indennità connesse allo svolgimento delle proprie funzioni potrebbe essergli pignorato. Una minima parte di uno stipendio a dir poco abbondante, che in realtà dovrebbe garantire senatori e deputati dal rischio di dover mettere mano al portafoglio per risarcire un danno.

Perché i parlamentari hanno diritto a questa particolare tutela? Perché invece un normale lavoratore, che vive con molte meno risorse a disposizione, può subire il pignoramento dello stipendio?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Italia, Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...