Quale tradimento?

Dato che in questi giorni si sentono da più parti accuse di alto tradimento (per chi ha abbandonato il governo come per chi non ha attuato il programma promesso in campagna elettorale), riflettevo sul ruolo che dovrebbero rivestire i nostri parlamentari.

L’articolo 67 della Costituzione recita: “Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato.”

Per quanto possa essere di disturbo per chi governa e per chi dirige i gruppi parlamentari, credo sia fondamentale che deputati e senatori possano votare liberamente seguendo solamente la propria coscienza, come chiaramente enunciato nella nostra Costituzione.

Tralasciando i casi deteriori di compravendita di voti e del vero e proprio “mercato delle vacche” che a volte caratterizza la vita politica del nostro paese, davvero vogliamo trasformare i nostri rappresentanti in una serie di figuranti che prendono ordini da pochi addetti alle decisioni? Davvero vogliamo un parlamento in cui i capigruppo decidono la linea e  chi non è d’accordo è un traditore?

Un parlamento fatto di uomini liberi non è sempre preferibile ad uno pieno di dipendenti diligenti?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Diritti, Italia, Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...