Il pranzo è servito

Al ministro Brunetta non è proprio andato giù il pranzo che ha gustato (si fa per dire) a L’Aquila in occasione di un incontro sull’innovazione tecnologica.

Per protestare nei confronti del ristoratore, che avrebbe presentato un menu di basso livello, il ministero ha addirittura rilasciato una nota in cui si legge:

“Pane raffermo, speck mediocre avvolto nelle fette di ananas (roba che neanche gli inglesi…), tiramisù giallognolo e improbabile, salame rancido. Il tutto servito da un cameriere per caso.

Posso garantirvi che il catering che avete offerto oggi alla Regione in occasione del forum dell’Innovazione verrà ricordato a lungo dal ministro Brunetta, dal prefetto Iurato, dal presidente della Regione Chiodi, dal sindaco Cialente e dal rettore dell’Università Di Orio. Complimenti vivissimi”

Il ristoratore si è difeso, adducendo le proprie ragioni, ma l’effettiva qualità del pranzo non è così importante.

Un Ministero deve rilasciare una nota per lamentarsi del fatto che un  banchetto (ovviamente offerto) non è stato gradito? Non ci sono cose più importanti da prendere in considerazione?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Italia, Politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...