Il tarlo che mi perseguita

Permette una domanda?
Certe volte questo blog mi sfugge di mano ed invece di veri e propri interrogativi, spuntano fuori domande retoriche o polemiche che esprimono il mio stupore o che danno sfogo alla mia indignazione; per capire davvero il mondo che ci circonda però servono soprattutto le domande, quelle vere, quelle che pretendono una risposta che ci possa davvero convincere. Soprattutto in momenti storici come questo, queste domande diventano assolutamente necessarie.

Da quando ieri sera Nicholas Sarkozy ha confermato la necessità di intervenire direttamente  in Libia, siamo tutti con la tv accesa o con la pagina di Repubblica.it aperta, per vedere gli ultimi sviluppi, con la speranza che questo primo attacco militare possa bastare a convincere Gheddafi che il suo regno è definitivamente terminato. Una speranza sicuramente ingenua, ma d’altronde penso che sia l’unica cosa che ci è rimasta.

In controtendenza con i leader delle altre potenze occidentali (Francia e Stati uniti in testa), Angela Merkel ha deciso che la Germania non parteciperà ai raid aerei ed ha inoltre messo in dubbio che la decisione di intervenire militarmente sia stata ponderata al 100%. Per la Merkel c’era ancora spazio per sanzioni e sforzi diplomatici e la scelta di procedere con l’attacco sarebbe da ritenersi quantomeno prematura.

Una questione che merita una risposta convincente perché è chiaro che non si poteva far finta di niente abbandonando i ribelli libici alla mercé di Gheddafi, ma il tarlo resta. E’ stata una scelta ponderata? L’attacco è il modo migliore per risolvere la crisi libica? E, facendo l’avvocato del diavolo, la diplomazia avrebbe potuto davvero far qualcosa di concreto?

Tante domande. Spero che qualcuno abbia anche le risposte.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Mondo, Politica e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il tarlo che mi perseguita

  1. cordialdo ha detto:

    Ciao. Su questioni del genere e su interrogativi come quelli che poni tu è difficile dare risposte. Ognuno è solo con la propria coscienza a valutare la situazione. Quello che è certo che i cosiddetti “ribelli” che io chiamerei più propriamente “partigiani” fossero stati lasciati altri giorni senza aiuto sarebbero stati schiacciati dai bombardamenti di Gheddafi il quale, come tutti i dittatori, non ha alcun legame col suo popolo se non quello di incutere il terrore con le sue reazioni. Io, forse perchè ho l’età per aver vissuto da ragazzino il fascismo, so che il popolo, la parte di popolo più avveduto, come lo furono i nostri Partigiani con la loro “Resistenza” possono solo innescare la miccia che può portare tutto il popolo alla libertà ed alla democrazia ma non può resistere a lungo se la scienza del mondo libero non se fa carico.
    La Libia, ormai era alla fine delle sue potenzialità di resistenza. La Germania, come la Lega, ha fatto solo una scelta di convenienza: il petrolio e la paura che arrivino in Europa milioni di profughi. Ma sono scelte esecrabili le stesse che sino a ieri aveva fatto anche Berlusconi “amicone” di Gheddafi ed, ancora oggi, di Putin. Ma il resto del mnondo, Lega Araba compresa, ha ragionato e, per fortuna, continua a ragionare diversamente.
    Spero non ti dispiaccia abbia sottoscritto il tuo blog per tornare ancora a leggerti. Grazie e buon pomeriggio.

  2. unadomanda ha detto:

    Grazie mille per il tuo intervento e complimenti per il blog che sicuramente visiterò ancora 🙂

    Penso che tu abbia colto alcuni aspetti molto importanti per analizzare la decisione di intervenire, come per esempio quello relativo alle possibilità della resistenza libica. Quanto avrebbero potuto resistere ancora gli insorti di Bengasi? La situazione senza un’azione militare sarebbe senza dubbio degenerata e Gheddafi, una volta riconquistato il controllo della situazione, avrebbe senza dubbio massacrato gli oppositori al suo regime.

    Per il resto l’Italia ha fatto la solita pessima figura internazionale. Che credibilità può avere un leader politico come Berlusconi che fino a ieri era il miglior alleato di Gheddafi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...