Coop e Richard Ginori

Unicoop Firenze e Richard Ginori, storica impresa di produzione di porcellana per la tavola ed artistiche, hanno sancito una partnership che stabilisce che, acquistando i prodotti nei supermercati Coop, si possono raccogliere dei bollini con i quali ottenere piatti realizzati dall’impresa fiorentina.

La partnership fra Unicoop Firenze, la più grande cooperativa di consumo italiana, e Richard Ginori, leader nella produzione di porcellane da tavola, ha già dato i suoi frutti dal punto di vista economico. L’accordo ha un valore stimabile in 6 milioni di euro, ha consentito di mettere in funzione il terzo forno e dunque di far lavorare a pieno regime la storica azienda di Sesto Fiorentino. In un momento di sensibile crisi del mercato per il settore, inoltre, grazie a questa intesa Richard Ginori prevede un notevole incremento occupazionale, in parte già attuato. “Non si tratta solo di un rapporto commerciale, ma di una vera e propria partnership con Unicoop Firenze, che porterà, a breve, all’apertura di altri tre punti vendita nelle gallerie commerciali” sottolinea Mario Lorenzoni, amministratore delegato di Richard Ginori. Il primo negozio a marchio ha già aperto i battenti qualche mese fa nel Centro di Sesto.
http://www.coopfirenze.it/informazioni/comunicati_stampa/470

Quale il risultato di questa cooperazione? La Richard Ginori, come indicato in occasione del Consiglio di Amministrazione che si è tenuto ieri e che ha sottolineato il netto aumento degli ordinativi rispetto all’anno scorso, sembra uscita dal momento più difficile della crisi che l’aveva colpita.

Senza voler allargare il discorso parlando di comportamento etico delle imprese o cose simili, questi risultati confermano una cosa molto piccola, ma assolutamente decisiva: per superare questa crisi che ancora oggi sta mettendo in ginocchio l’Italia (i dati parlano di ripresa a livello europeo, ma di stagnazione nel belpaese) c’è bisogno di grande fantasia da parte delle imprese e di una certa unione di intenti. Non potendo contare su di una politica economica capace, le imprese dovranno continuare a fare i salti mortali.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Economia, Italia, Politica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Coop e Richard Ginori

  1. Monica ha detto:

    Fino ad ora non ho preso niente, perchè non c’è mai, non ci sono i prodotti, solo promesse che devono arrivare e non arrivono!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...