Altro che benedizione

Benedetto XVI ha incontrato e benedetto Rebecca Kadaga, presidente del parlamento ugandese e grande sostenitrice del disegno di legge, cosiddetto “anti-gay”, che prevede una pena di 14 anni di galera per chi vive con una persona dello stesso sesso e, in alcuni casi, anche la pena di morte.

Papa e Rebecca Kadaga

Invece di combattere per i diritti delle minoranze che vengono vessate dai pregiudizi come nel caso ugandese, il Papa preferisce dare la sua benedizione a chi vuole calpestare i diritti umani e decide di farlo proprio nel giorno in cui aveva ribadito che secondo lui il matrimonio tra omosessuali rappresenta, non si sa per quale ragione, una minaccia per la giustizia e per la pace. Come si può poi credere al papa quando parla dei valori della vita e di diritti fondamentali?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Diritti, Mondo e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...